Martedì, Aprile 24, 2018
Nato dalla ricerca BOGE di questi anni, Optimus S4 è uno dei prodotti tecnologicamente più all’avanguardia dell’industria dell’aria compressa tedesca ed europea. Le sue prestazioni in termini di risparmio energetico, ridotti costi di manutenzione, controllo remoto e silenziosità sono decisamente superiori rispetto agli standard attuali

Il futuro dell’aria compressa non può che essere silenzioso, efficiente e sempre più intelligente a livello di tecnologia impiegata. BOGE si prepara alla sfida con il suo compressore Optimus S4, la macchina che comprende tute le innovazione e sperimentazioni che troveremo nelle versioni di serie dei prossimi anni.

Optimus è stato presentato per la prima volta allo stadio di prototipo alla fiera ComVac di Hannover del 2017, un evento di importanza mondiale completamente dedicato alle soluzioni tecnologiche più avanzate del settore.

Rispetto a quanto oggigiorno è presente sul mercato, il salto evolutivo è evidente: le prestazioni raggiunte in tema di controlli, sicurezza, silenziosità e risparmio energetico sono stati potenziati al punto tale da porre Optimus nettamente al di sopra dei sistemi attualmente disponibili in commercio.

Per convincersi, basta dare un’occhiata ai dati: la silenziosità viene ridotta di ulteriori 7 decibel, con conseguente risparmio su ogni ulteriore lavoro di isolamento della stanza dove la macchina viene posizionata. Le particolari tecnologie utilizzate per abbattere le vibrazioni si traducono poi in una maggiore preservazione delle componenti del compressore, ossia in una netta riduzione dei costi di manutenzione.

Il sistema di controllo è ora in grado di anticipare i vari stati in cui il sistema può trovarsi e regolarne conseguentemente pressione e temperatura, con grossi vantaggi sia in termini di maggior durata delle parti meccaniche che di sfruttamento delle potenzialità del sistema stesso.

I consumi energetici sono stati ulteriormente ridotti di circa l’8 per cento. La chiusura ermetica delle componenti chiave assicurano protezione elevata anche in situazioni come ad esempio l’impiego nell’industria alimentare, caratterizzate da presenza di alimenti volatili dispersi nell’aria tipo la farina.

Optimus S4, il compressore per Industry 4.0

Perché investire così tanto in un settore tutto sommato maturo come l’industria dell’aria compressa quando si dispone già di prodotti considerati all’avanguardia? Oggi, con Industry 4.0 e il futuro che si prepara nessuna azienda europea può permettersi di dormire sugli allori. Gli anni che verranno vedranno cambiamenti radicali sia a livello produttivo che tecnologico a livello globale, a cui sarà giocoforza adeguarsi se si vuole restare sul mercato.

L’innovazione tecnologica resta spesso l’unica risorsa in un contesto europeo caratterizzato da una competizione crescente, una domanda tendenzialmente stagnante e un livello di sofisticazione massimo. A questo si deve aggiungere che l’aria compressa è una materia prima spesso richiesta dalle nuove tecnologie, sia per il suo basso impatto ambientale che per la possibilità di ridurre i consumi.

Per questo motivo la ricerca è così importante per noi. “La nostra società è guidata dall’innovazione e cerchiamo sempre di superarci”, dichiara Frank Hilbrink, Product Market Manager di BOGE.

L’Optimus S4 riveste una particolare importanza strategica per BOGE, rappresentando il banco di prova delle tecnologie del futuro per produrre aria compressa nel modo più economico ed ecologico possibile, guardando a settori chiave dall’industria alimentare e farmaceutica.

La mission aziendale per BOGE non può quindi che essere quella di sviluppare prodotti sempre più capaci di corrispondere ai bisogni e alle necessità del cliente. L’Optimus è solo l’inizio di una nuova generazione di macchine che utilizzerà maggiormente le tecnologie intelligenti e il perfezionamento delle parti meccaniche chiave.

Le sorprese sono infatti appena iniziate. I ricercatori BOGE si stanno infatti ulteriormente impegnando su fronti come la connettività e la digitalizzazione dei macchinari, l’ottimizzazione dell’iniezione d’olio e l’abolizione della valvola termostatica per ridurre la manutenzione. Dopotutto, la strada che porta alla perfezione non finisce mai, e BOGE è determinata a percorrerla fino in fondo.

CondividiShare on FacebookShare on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone